NEWS >>>

loginpa

infofisco

microservicepa

1 giugno 2016

MAGGIORAZIONE TARES : ATTIVATA LA PROCEDURA PER I RIMBORSI

Il Dipartimento delle Finanze dopo che con Dm 24 febbraio 2016, pubblicato il 14 aprile 2016 con la circolare n. 1/DF, ha sbloccato la procedura dei rimborsi prevista dalla legge 147/2013 e dal Dl 16/2014, delineando il proprio ambito applicativo dando priorità all'Imu e alla maggiorazione Tares, ha reso noto che ha attivato la funzionalità per trasmettere i rimborsi della maggiorazione Tares 2013.
Nello specifico si prevede l’inserimento delle pratiche già esaminate dal Comuni nella piattaforma “Okeanos” entro 60 giorni dall'attivazione risalente al 28 aprile scorso. Come già ipotizzato nell'articolo "Lunga ancora la strada verso i rimborsi Imu", la procedura non si è rivelata agevole per gli amministratori, che costretti all'inserimento manuale e ripetuto dei dati del soggetto interessato, senza la possibilità di un invio massivo dei dati, hanno avuto non poche difficoltà, quindi la procedura è risultata non solo macchinosa ma soprattutto lenta ed estremamente ridondante.
Così con il comunicato del Dipartimento delle Finanze, che rende noto di aver ampliato la gestione della piattaforma per i rimborsi della maggiorazione Tares 2013 versata alla Stato, la situazione diviene ancora più ostica. Pertanto, andando ad esaminare nel dettaglio le caratteristiche tecniche della piattaforma ci rendiamo conto che dallo scorso venerdì il sistema non accetta più il semplice inserimento del provvedimento in formato PDF/A, ma lo sottopone a un preventivo controllo di validità imponendo anche l'apposizione della firma elettronica. Questo comporterà che ogni provvedimento dovrà essere salvato come PDF/A e munito della firma elettronica in formato ".pdf". Vi diamo allora un piccolo suggerimento, difatti, è possibile “ingannare” e quindi arginare il cavilloso meccanismo adottando un provvedimento "ricognitivo" nel quale inserire tutti i rimborsi già lavorati, indicati nell'allegata tabella analitica: in tal caso il funzionario responsabile appone la firma elettronica una sola volta e utilizza lo stesso atto per tutte le pratiche di rimborso della quota statale (Imu e maggiorazione Tares).
 
Copyright © 2017 Geropa Srl - Gestione Entrate e Riscossione Entrate Locali
Powered by Geropa