NEWS >>>

loginpa

infofisco

microservicepa

8 agosto 2016

RISCOSSIONE TRIBUTI LOCALI, IL GOVERNO PONE L'ATTENZIONE SUI PRINCIPI FONDAMENTALI DELLA SICUREZZA

Con l’interrogazione in commissione Finanze della Camera n. 5-08252/2016 è stato chiesto se il ministero delle Finanze intenda assumere adeguate iniziative normative, finalizzate a rendere più efficaci, efficienti e sicure le procedure di affidamento dei servizi di liquidazione, accertamento e riscossione dei tributi e delle altre entrate degli enti locali, estendendo anche ai concessionari locali il sistema di autorizzazioni previsto per il servizio nazionale. 
L'interrogazione al Mef evidenzia la necessità di una maggiore attenzione del Governo in tale ambito, evidenziando come tali comportamenti nella gestione dell'attività di riscossione determinino gravi conseguenze finanziarie in danno dei Comuni coinvolti, i quali vengono privati di ingenti risorse. 
Il Mef, tramite il ViceMinistro, in riferimento alla richiesta di aumentare i controlli più pervasivi sulla raccolta dei tributi, da parte degli enti locali, fa presente che il decreto legislativo 18 agosto 2000 n. 267, all'articolo 153, comma 4, già prevede espressamente che: «Il responsabile del servizio finanziario, di ragioneria o qualificazione corrispondente, è preposto alla verifica di veridicità delle previsioni di entrata e di compatibilità delle previsioni di spesa, avanzate dai vari servizi, da iscriversi nel bilancio annuale o pluriennale ed alla verifica periodica dello stato di accertamento delle entrate e di impegno delle spese e più in generale alla salvaguardia degli equilibri, finanziari complessivi della gestione e dei vincoli di finanza pubblica. Nell'esercizio di tali funzioni il responsabile del servizio finanziario agisce in autonomia nei limiti di quanto disposto dai principi finanziari e contabili, dalle norme ordinamentali e dai vincoli di finanza pubblica». 
Con riferimento alla richiesta di attivare iniziative, da parte del Mef, il Governo, come già più volte annunciato, ha avviato approfondimenti nel merito con l'intento di riformare il sistema della riscossione coattiva delle entrate pubbliche. 
La finalità è, in coerenza con la linea intrapresa con il decreto legislativo 24 settembre 2015 n. 157, e con le rinnovate convenzioni con le agenzie fiscali, in corso di stipula, sempre quello di reindirizzare l'attività dell'amministrazione finanziaria complessivamente intesa in direzione di un sistema più equo, trasparente e orientato alla crescita, affermando la necessità di un approccio collaborativo tra amministrazione fiscale e imprese e cittadini. Può quindi a ragion veduta essere verificata, a detta del Mef,  la possibilità di affinare anche il sistema di liquidazione, accertamento e riscossione dei tributi degli enti locali.
 
Copyright © 2017 Geropa Srl - Gestione Entrate e Riscossione Entrate Locali
Powered by Geropa